Meteo
 


Fatti&Storie

Secondo decesso Ospedali in affanno

TORINO

Stop agli interventi chirurgici, tranne quelli salvavita. Continuano le misure precauzionali in Piemonte per far fronte all’emergenza coronavirus. Ieri i casi comunicati dall’Unità di crisi regionale erano 108, 27 in più in un giorno, di cui ricoverati 53 e 17 in terapia intensiva. Le vittime salgono a due, ieri è deceduto un uomo di 76 anni nell’ospedale di Novi Ligure: era ricoverato in terapia intensiva per polmonite bilaterale. E proseguono le criticità nelle strutture sanitarie: ieri è stato chiuso il pronto soccorso di Novi per consentire il trasferimento di pazienti in altri ospedali, chiuso anche il pronto soccorso di Tortona che sta diventando un “covid-hospital”. A Chivasso, il sindacato delle professioni infermieristiche Nursind ieri mattina ha chiesto tutela per il personale «bloccato come a Codogno e nonostante tutto il personale continua a lavorare ininterrottamente».
Ma l’emergenza è generale: il Comune di Torino ha disposto il rinvio dei concorsi per istruttore amministrativo e dirigente amministrativo, fissate a marzo. Situazione che riguarderà circa 15mila persone, pari alle domande ricevute che provengono da tutta Italia. Intanto i Nas hanno denunciato quattro persone per manovre speculative su merci. Tra questi un farmacista che vendeva mascherine da 50 centesimi a 20 euro.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie