Meteo
 


Sport

Juventus-Milan rinviata Il calcio è nel caos

il virus cinese

CALCIO Juventus-Milan, semifinale di ritorno di Coppa Italia che avrebbe dovuto disputarsi questa sera all’Allianz Stadium è stata rinviata a data da destinarsi. In prefettura a Torino ieri c’è stata una riunione-fiume per decidere se giocare a porte chiuse o con il pubblico (con divieto di accesso allo stadio solo per i residenti in Lombardia, Veneto ed Emilia), poi la brusca inversione di rotta. In serata, infatti, è arrivata la notizia che il comitato scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte ha suggerito una stretta delle misure per contenere il Coronavirus, un giro di vite su tutto il territorio nazionale (che il Governo potrebbe tradurre in un decreto)  con tanto di ipotesi di stop alle manifestazioni sportive a porte aperte per un mese.  
    
L’attacco cinese
Intanto la Serie A ha litigato anche ieri. Altrochè. Durissimo l’attacco via Instagram del numero uno dell’Inter Steven Zhang contro il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino. «Sei il più grande e il più triste clown che io abbia mai visto- ha affermato Zhang, che non ha gradito il rinvio di Juve-Inter al 9 marzo - giochi con il calendario e metti la salute pubblica in secondo piano....Sì, parlo proprio con te, presidente Paolo Dal Pino. È tempo che tu ti assuma le tue responsabilità». 
Il nocciolo della questione è appunto la data per far giocare Juventus-Inter, cosa che da tempo sta surriscaldano i vertici nerazzurri. Il calendario dell’Inter resta di fatto il più complicato. I nerazzurri sono tra i principali contendenti allo scudetto  e non giocano in Serie A dal 16 febbraio. Per questo l’Inter  ha da tempo posto dubbi sull’equilibrio del campionato.

Aperta una indagine
La Procura della FIGC, guidata da Giuseppe Chinè, ha naturalmente aperto una indagine sul post su Instagram di Steven Zhang. E molte sono state le polemiche. Zhang rischia il deferimento ed anche una inibizione. 
 
Oggi l’Assemblea 
In tutto questo caos la Lega di Serie A ha deciso a maggioranza di spostare al week end le gare da recuperare, ed oggi  a mezzogiorno ratificherà la decisione nell’assemblea straordinaria al Coni. Fino a lunedì scorso, oltre ai nerazzurri, erano contrarie Sassuolo e Spal: oggi però voteranno a favore, lasciando sola l’Inter.  

Malagò non le manda a dire 
«È tempo che qualcuno rientri da Marte. Io ho disperatamente fatto presente quello che sta accadendo in Italia e in molte parti del pianeta: la salute prima di tutto, anche del calcio», ha detto ieri Giovanni Malagò, gran capo del Coni, in una intervista a Repubblica. Sul calcio che litiga dice: «Non fa onore all’Italia».

Articoli Correlati
Sport