Meteo
 


Fatti&Storie

Una per una, le misure contro la crisi da virus

il virus cinese

Si va dalla sospensione per il settore alberghiero nazionale dei pagamenti dei contributi previdenziali a misure di sostegno alle Pmi. Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri per affrontare la difficile situazione economica dovuta all'epidemia da Coronavirus contiene una lunga serie di provvedimenti per le imprese e i lavoratori della cosiddetta zona rossa e alcune importanti misure per il comparto del turismo, il più colpito dall'emergenza. A questo decreto ne seguirà un altro la prossima settimana con interventi per il rilancio dell'economia con risorse adeguate. Queste in sintesi alcune disposizioni del decreto. 

PER DIPENDENTI PA NIENTE TAGLIO STIPENDI PER MALATTIA
Il periodo di malattia o quarantena sotto controllo medico o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva del dipendente pubblico viene equiparato al periodo di ricovero ospedaliero escludendo che in tali casi possa ricorrere la decurtazione dello stipendio.

AGEVOLATO IL LAVORO AGILE NELLA PA
Consip, la centrale degli acquisti pubblici, potrà favorire lo smart working nelle aree interessate dal contagio, incrementando gli acquisti di pc portatili e tablet fino al 50% in più rispetto al valore delle convenzioni in essere. Inoltre, qualora il fornitore privato optasse per il recesso o i quantitativi comunque non fossero sufficienti, la stessa Consip è autorizzata a servirsi di procedure semplificate (negoziate senza previa pubblicazione dei bandi) per integrare rapidamente gli acquisti di tecnologia.

RAFFORZATO FONDO PMI
Accesso gratuito e prioritario al Fondo di garanzia per le Pmi (con sede o unità locali ubicate nei territori dei comuni colpiti dal coronavirus), che viene rifinanziato, in modo da aiutare le aziende a rilanciare l’attività economica

SOSPENSIONE PAGAMENTI UTENZE NELLA ZONA ROSSA
L'Autorità di regolazione per l'energia può sospendere fino al 30 aprile il pagamento delle bollette dell’energia elettrica, dell’acqua, del gas, e della gestione dei rifiuti urbani nei comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio. Entro 120 l'Autorità disciplinerà le modalità di rateizzazione delle fatture e degli avvisi di pagamento.
Sospesi anche i termini per i versamenti dei premi o delle relative rate di premio per l'assicurazione RCA; i termini per il versamento dei diritti camerali; i termini di pagamento delle sanzioni amministrative per le imprese.

SOSPENSIONE PAGAMENTO CONTRIBUTI SETTORE TURISMO
Per i lavoratori del turismo di tutta Italia - sia autonomi sia dipendenti - verrà sospeso fino al 30 aprile il pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi assicurativi.

CIGS IN DEROGA PER LAVORATORI NON TUTELATI
I datori di lavoro del settore privato, incluso quello agricolo, che non possono beneficiare degli strumenti di sostegno al reddito previsti a legislazione vigente, con unità produttive site nei comuni della zona rossa nonché i datori di lavoro del settore privato che hanno in forza lavoratori residenti o domiciliati nei predetti Comuni, possono presentare domanda di Cigs in deroga per la durata della sospensione del rapporto di lavoro (e comunque per un periodo massimo di tre mesi). 

PROCEDURE SEMPLIFICATE PER CASSA INTEGRAZIONE
Introdotte procedure semplificate per presentare istanza di Cigo o assegno ordinario per sospensione o riduzione dell’attività lavorativa presso unità produttive nei comuni della zona rossa; quindi, senza necessità, per i datori di lavoro, di procedere alla consultazione sindacale e di osservare i termini del procedimento previsti dal d.lgs. 148.

SOSPENSIONE PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI IN ZONA ROSSA
Nei comuni della zona rossa viene prevista la sospensione del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi assicurativi fino al 30 aprile 2020. 

INDENNITÀ PER GLI AUTONOMI
Viene concessa una indennità mensile pari a 500 euro per un massimo di tre mesi, parametrata all’effettivo periodo di sospensione dell’attività a seguito dell’emergenza sanitaria, in favore dei lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, professionisti, collaboratori, coltivatori diretti) dei comuni della zona rossa. 

POSSIBILITÀ PER AZIENDE IN CIGS DI CHIEDERE LA ORDINARIA
Le aziende dei comuni della zona rossa che oggi sono in cassa integrazione straordinaria possono chiedere quella ordinaria per un periodo non superiore a 3 mesi.

CIG IN DEROGA PER VENETO, LOMBARDIA ED EMILIA-ROMAGNA
Le Regioni Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia possono riconoscere ai datori di lavoro del settore privato, compreso quello agricolo, Cig in deroga utilizzando i fondi residui di cui già dispongono.

SANZIONI PER PRATICHE SLEALI SU PRODOTTI AGRICOLE
Sanzioni come pratiche sleali alle richieste di ulteriore certificazione sul Covid 19 per i prodotti agroalimentari esportati. Istituito un fondo rotativo per mutui a tasso zero per le imprese agricole in difficoltà. 

DEROGA SU GIORNI MINIMI ANNO SCOLASTICO
Deroga al limite dei 200 giorni minimi per la validità dell'anno scolastico nelle scuole chiuse per il Coronavirus.

SOSTEGNO ALL'EXPORT
Rafforzate le risorse destinate al sostegno delle imprese esportatrici.

LOTTA ALLO SPRECO
Esteso il regime fiscale delle donazioni di alimenti alle donazioni di altre merci.

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Bonus partite Iva