Meteo
 


Sport

Gent-Roma Fonseca si gioca tutto

Europa League

CALCIO  Rialzata la testa in Italia, dall’Europa può arrivare un ulteriore segnale che la crisi della Roma è alle spalle. Rassicurato dal 4-0 rifilato al Lecce, Paulo Fonseca vuole conferme anche nel secondo round contro il Gent già battuto allo stadio Olimpico. Ottenere il pass per gli ottavi di finale sarebbe una notevole iniezione di fiducia per una formazione alla ricerca di continuità. Alla Ghelamco Arena, dove sono attesi mille tifosi romanisti, si riparte dall’1-0 deciso da Carlos Perez: la strada per i giallorossi è certamente in discesa ma pensare ad una gara di semplice gestione può essere altamente rischioso. Anche perché la prestazione di sette giorni fa non è stata di quelle particolarmente brillanti.

A confortare i capitolini ci pensa l’unico precedente tra i due club, nel terzo turno di qualificazione dell’Europa League 2009/10: la Roma vincente per 3-1 in casa e 7-1 in trasferta. Il risultato del ritorno rimane la vittoria esterna europea più ampia dei giallorossi nonché la sconfitta interna più pesante in Europa del Gent. Ma in campo, si sa, non vanno le statistiche. E non va sottovalutato il fatto che i belgi sono imbattuti in casa da 11 partite europee contro avversari stranieri. In questa stagione, poi, hanno vinto cinque volte su sei. Fonseca non ricorrerà al turnover anche perché le assenze non lo permettono: in avanti Dzeko dovrebbe essere supportato sulla trequarti dal confermato Perez, Mkhitaryan e Kluivert. In mediana il duo Cristante-Veretout. Davanti a Pau Lopez, il quartetto Santon-Smalling-Mancini-Kolarov. Indisponibili per la trasferta in Belgio Diawara e Lorenzo Pellegrini, che dovrebbe rientrare con la Sampdoria. Padroni di casa privi dell’infortunato Yaremchuk, convocato l’attaccante Depoitre che ha smaltito gli ultimi acciacchi.

La volontà del manager portoghese è chiara. «Dobbiamo giocare con ambizione, pensando di stare sullo 0-0, con coraggio, come fatto nell’ultima partita - ha evidenziato Fonseca in conferenza stampa - Sappiamo che sarà una sfida difficile, i nostri avversari non hanno subito sconfitte in casa e hanno sempre segnato in questo stadio. Domani avranno una motivazione in più e il risultato è aperto». L’1-0 dell’andata all’Olimpico non può lasciare tranquilli. Ed è un risultato su cui non si può speculare in Europa. «Se pensiamo solo a difendere non va bene. Chi pensa solo a quello non ha certezze. Vogliamo giocare come sempre. Sappiamo che è importante fare gol in una partita come questa. E per farlo dobbiamo giocare come sempre: nella metà campo offensiva, non nella nostra». «Proverà a trascinare la Roma agli ottavi il giovane Justin Kluivert. L’Europa League è importante, c'è fiducia. Il Gent è una buona squadra ma non ho paura - ha evidenziato l’olandese - Posso migliorare in tutti gli aspetti, per me è importante segnare di più». Magari cominciando dalla trasferta in Belgio.

 

Articoli Correlati
Sport