Meteo
 


Fatti&Storie

Il Governo prepara le misure d'urgenza

il virus cinese

ROMA Misure di controllo e di igiene. Sono contenute nel dpcm predisposto dal premier Conte. Si prevedono tre livelli: aree focolaio, zone confinanti con episodi da contagio, resto della Penisola. Queste le disposizioni a livello nazionale.

Scuole
Fino al 15 marzo nelle scuole sono sospese le gite, le visite culturali, i progetti di scambio e di gemellaggio. Inoltre le assenze superiori ai 5 giorni andranno giustificate con il certificato medico. Governo pronto ad impugnare la chiusura delle scuole nelle Marche.

Luoghi pubblici
Nelle pubbliche amministrazioni e in particolare negli accessi a strutture del servizio sanitario, nonchè in tutti i locali aperti al pubblico dovranno essere disponibili dispenser con disinfettanti per le mani. Andranno affissi cartelli con le misure di prevenzione e ciò vale anche per gli esercizi commerciali. Nei concorsi pubblici dovrà essere garantita la distanza di sicurezza.

Trasporti
Le aziende di trasporto pubblico locale dovranno adottare interventi straordinari di pulizia dei mezzi.

Arrivi e spostamenti
Chi abbia fatto ingresso in Italia negli ultimi 14 giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio, identificate dall’Oms, ovvero nei Comuni dove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus deve comunicare tale circostanza alla Asl. I governatori hanno voluto aggiungere un paragrafo che prevede che basta provenire da una regione con un caso di contagio accertato per far scattare l’obbligo di comunicazione della presenza e del domicilio alle autorità sanitarie.

Mascherine
Il commissario Borrelli ha firmato un’ordinanza che prevede l’obbligo per i produttori di dispositivi di protezione individuale di comunicare alla protezione civile la capacità di produzione: sarà il Dipartimento a provvedere agli acquisti e a distribuire il materiale.

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie