Meteo
 


Spettacoli

«Passeggeri Notturni voci di solitudini diverse»

Passeggeri Notturni Gioè Grimaudo Tognazzi

SERIE-TV La sua voce è avvolgente e carismatica e lui ogni sera dalla sua Radiofuturo ascolta chi lo chiama e intrattiene una piccola folla di nottambuli. E tutto scorre sino all’inquietante telefonata di una donna che ha bisogno di parlare con qualcuno di un profondo dolore che la lacera. Lei è la prima misteriosa donna nella vita di questo conduttore, la seconda la incontrerà su un treno di notte ma che cosa le unisce? Ecco la domanda alla base della serie “Passeggeri Notturni”, da oggi su Raiplay e a marzo anche su Rai3.

Direttamente dalle pagine di Gianrico Carofiglio, diretto da Riccardo Grandi e con protagonisti Claudio Gioè e Nicole Grimaudo, la serie segna un nuovo passo nel percorso di una Rai che tenta di rivolgersi anche a nuovi utenti nel nome di un’offerta multimediale. E sarà un percorso tra solitudini notturne.

Per Claudio Gioè una sorta di ritorno: «Il mio personaggio che ascolta e assorbe i problemi di tutti quelli che chiamano alla sua radio mi ha fatto apprezzare il fatto di lavorare moltissimo solo con la voce, di mio ho messo l’amore per quel mezzo che è la radio, l’empatia col pubblico e l’esperienza con la radio già fatta ne “I cento passi” ma qui siamo in un noir che al centro non ha la malavita ma l’individuo, le sue paure, le angosce e anche le gioie». 

Mentre, per Nicole Grimaudo, «tutti i personaggi della serie cercano aiuto nella loro solitudine e per me è stato un enorme privilegio vestire i panni di una donna così sfuggente e affascinante, una donna che da subito ci appare come una persona in cerca di qualcosa da superare. Per me è stato come giocare in una comitiva di giovani avventurieri e in una città come Bari che è davvero una città noir».
Nel cast, tra gli altri, Gianmarco Tognazzi, Marta Gastini, Ester Bux, Giampiero Judica, Alessandro Tiberi.

 

 

SILVIA DI PAOLA

Spettacoli