Meteo
 


Spettacoli

Noa: «Caro Bach, ti scrivo...»

Noa Letters to Bach

ROMA «Caro Johann Sebastian Bach, sono trascorsi trecento anni da quando hai scritto quella musica straordinaria che è nata da te o, dovrei dire, esplosa da te in una bellezza abbagliante, mistero profondo, grazia e gloria, umanità condensata. Trecento anni e ancora quella musica ci emoziona, ci rende umili, ci nobilita, ci culla tra le sue braccia. Ci spezza i cuori e li ricostruisce, prosciuga i nostri spiriti e li spegne, ci fa credere in Dio o nel Dio della musica o in qualcosa di più grande di noi, qualunque cosa possa essere, unendo noi, tutti, in una magnifica, fragile canzone umana. Che meraviglia sei, Johann!».

Con queste parole Noa rende omaggio a Johann Sebastian Bach, il grande musicista tedesco del periodo barocco, a cui ha dedicato “Letters to Bach”, il nuovo progetto discografico al centro del concerto che la cantante israeliana terrà domani alle ore 20,30 all’Aula Magna de La Sapienza per la stagione IUC.
Pubblicato lo scorso marzo con la produzione di Quincy Jones, il disco riprende dodici brani di Bach, ai quali Noa, una delle più belle voci della scena musicale internazionale, ha aggiunto testi in inglese ed ebraico di sua personale composizione.

Con l’artista sul palcoscenico ci saranno anche Gil Dor e Or Lubianiker.
Infotel. 063610051.

 

 

 

STEFANO MILIONI

 

Spettacoli