Meteo
 


Sport

Eriksen in cattedra trascina l'Inter

Europa League

CALCIO L’Inter riprende vigore dopo il ko in campionato e vince 2-0 in terra bulgara contro il Ludogorets, partita di andata dei sedicesimi di Europa League ed ipotecando il passaggio agli ottavi. Entrambe nella ripresa le reti della squadra di Conte: al 26’ con Eriksen, alla sua prima realizzazione con la maglia nerazzurra, e al 49’ con Lukaku su calcio di rigore. Partita dai due volti, con il primo tempo che ha visto l’Inter più incerta, meno incisiva, mentre nella ripresa la squadra ha macinato più gioco e creato più occasioni, pur correndo qualche rischio di troppo. Prima del vantaggio nerazzurro c’era stato anche un episodio da Var: al 69’ i padroni di casa hanno chiesto la concessione di un calcio di rigore per tocco di mano di D'Ambrosio, ma il replay visionato dall'arbitro ha detto di no. Al 64’ Conte ha mandato in campo Lukaku al posto di Lautaro, e proprio il neo entrato ha fornito ad Eriksen la palla per il destro all'angolino che non ha dato scampo al portiere avversario. Lo stesso Eriksen, 2’ dopo, ha centrato in pieno da fuori area la traversa, a portiere battuto. Nel finale è il Var a segnalare all'arbitro in campo il fallo di mano commesso in area da Anicet su azione di calcio d’angolo. Ne conseguono ammonizione del difensore bulgaro e calcio di rigore che Lukaku realizza per il 2-0 finale che rassicura ancor più i nerazzurri. Gara di ritorno giovedì prossimo al “Meazza”.

AGI

Articoli Correlati
Sport