Meteo
 


Spettacoli

Massimo Popolizio Popolizio rilegge Ibsen

Teatro Torino

TORINO Un testo classico dalle venature contemporanee come “Un nemico del popolo” di Henrik Ibsen vede impegnato Massimo Popolizio, da stasera al primo marzo, al Carignano nella duplice veste d’interprete e di regista. Premiato con un doppio Ubu al miglior spettacolo 2019 e alla migliore attrice protagonista Maria Paiato, che veste qui panni maschili, il testo viene ambientato da Popolizio non nell’originaria Norvegia del 1882, ma in un’immaginaria contea americana degli anni Venti. 

Sul palco, il conflitto politico e morale che contrappone due fratelli: il medico Thomas Stockmann, interpretato da Popolizio, direttore di uno stabilimento termale che rappresenta il riscatto per il territorio scoprendo l’inquinamento delle acque termali della sua cittadina, e il sindaco Peter Stockmann, interpretato dalla Paiato, che tenta, invano, di convincerlo a insabbiare la notizia. 

In scena si dibatte così lo scontro tra due punti di vista: le ragioni della scienza e quelle del capitale in uno spettacolo che parla di ricerca della verità e di consenso popolare e giornalistico, temi anche oggi d’estrema attualità.

Ibsen svela i meccanismi e i volti del potere, come  nasconda corruzione e interesse personale dietro il pretesto del bene comune. Per questo Popolizio sottolinea, nella sua messinscena, i grandi temi della nostra società: dalla corruzione alla responsabilità etica per l’ambiente, dal ruolo dei media nella creazione di opinioni e consenso ai rapporti tra massa e potere (Info: teatrostabiletorino.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli