Meteo
 


Sport

Il Milan fermato: 1-1 Una rabbia di rigore

Coppa Italia

CALCIO La Juve si salva, il Milan si arrabbia. La semifinale di andata di Coppa Italia finisce 1-1, in mezzo alle polemiche. Tutto nella ripresa: vantaggio di Rebic, pareggio al 90’ su rigore di Ronaldo, la cui mezza rovesciata era stata respinta qualche secondo prima da un braccio di Calabria, girato di spalle.

Primo tempo con tanto Milan in ogni zona del campo. E con la Juve che fatica, arranca, sbuffa e subisce. Buffon è decisamente più impegnato di Donnarumma: Kessie, Rebic e Calabria impegnano Supergigi, mentre dall’altro lato il solo Cuadrado (schierato nel tridente offensivo) riesce a rendersi pericoloso. Il Diavolo corre, la Signora non tanto: a metà gara, complici due ammonizioni, Pioli già sa che nel match di ritorno dovrà fare a meno di Ibrahimovic (braccio largo su De Ligt) e Theo Hernandez. Brutto colpo, non c’è che dire. Comunque sia, il Milan insiste: Buffon deve ancora impegnarsi su Rebic, poi sono Ibrahimovic e Hernandez a dargli noia. Il gol, alla fine, arriva: cross di Castillejo dalla destra, mezza girata di Rebic (male De Sciglio) e 1-0 Milan. Valeri espelle Hernandez (doppio giallo), Sarri butta dentro Higuain con il tridente pesante: nel finale, i fuochi d’artificio e le (inevitabili) polemiche.

Adesso, di nuovo campionato: domenica Juve-Brescia, lunedì sera Milan-Toro. Per il ritorno della semifinale (quando mancherà anche Castillejo, pure lui ammonito), ci si rivede a Torino mercoledì 4 marzo.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati
Sport