Meteo
 


Fatti&Storie

Locanda dei Girasoli Sostegno dal Lazio

Roma

ROMA Un locale che rappresenta un esempio unico a Roma, e che nei suoi 20 anni di storia ha dovuto affrontare difficoltà economiche e burocratiche, come tante altre imprese. Ma la Locanda dei Girasoli, che al Quadraro promuove l’inclusione lavorativa e sociale dei ragazzi con sindrome di Down, non poteva chiudere.

Per questo la Regione attraverso l’Arsial (Agenzia regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio) ha messo a punto un accordo: l’Arsial finanzierà con un contributo di 48.800 euro. Da parte sua la Locanda dei Girasoli utilizzerà nei suoi menu l’80% di olii di provenienza laziale,  il 40% dei prodotti coltivati o allevati nel Lazio e il 60% di vini della tradizione locale sul totale delle etichette presenti in cantina. Inoltre, si valorizzerà la filiera agroalimentare regionale, con particolare riferimento ai prodotti con denominazione di origine protetta (Dop), indicazione geografica protetta (Igp), specialità tradizionali garantite (Stg), prodotti agroalimentari tradizionali e prodotti biologici.

La convenzione è stata presentata ieri dal presidente della Regione Nicola Zingaretti, che ha annunciato nuovi progetti per il locale.  «Apriremo il più bel casale, ristorante e forse anche l’accoglienza della Locanda dei Girasoli. Ci vedremo in campagna molto presto».

La storia del locale nel cuore del Quadraro
La Locanda dei Girasoli,  in via dei Sulpici 117/H, nasce nel 1991 con l’obiettivo generale di promuovere l’inserimento lavorativo di persone con sindrome di Down, nobilitando e dando dignità alla persona attraverso un percorso individuale, di formazione e di inserimento lavorativo. Il progetto promosso nel corso della sua storia ha dovuto affrontare numerose difficoltà economiche e burocratiche, ma è sempre rimasto in piedi. Oggi conta 19 dipendenti e due tirocinanti. Per info: www.lalocandadeigirasoli.it

Articoli Correlati
Fatti&Storie