Meteo
 


Fatti&Storie

Ladro acrobata finisce tra le braccia dei carabinieri

Roma

ROMA È praticamente finito tra le braccia dei carabinieri, mentre si calava da un appartamento dell'Eur con un tubo di gomma assicurato al balcone. È accaduto nel tardo pomeriggio in un elegante condominio in viale Cesare Pavese 300. Lo sfortunato ladro acrobata è un cittadino romeno di 40 anni, senza fissa dimora e con precedenti specifici per furto in abitazione. L'uomo, assieme a un complice, si era arrampicato al secondo piano dell'appartamento, raggiungendo un terrazzino discosto dalla strada. I due avevano iniziato ad armeggiare con gli attrezzi da scasso che si erano portati dietro per aprire le grate di una porta finestra. Il padrone di casa, un romano di 80 anni, era lontano dall'abitazione. Non è escluso che i malintenzionati fossero a conoscenza di questo particolare.

Una persona che risiede in un condominio poco distante si è affacciata e, notando due ombre affannarsi sul balconcino, ha allertato il Nue 112. Sul posto sono accorse diverse pattuglie del Nucleo Radiomobile e della Compagnia Roma Eur, mentre inotno al palazzo cominciava a radunarsi una piccola folla di curiosi. I militari hanno "cinturato" il condominio per evitare che i malviventi fuggissero. Uno dei due è riuscito a dileguarsi appena in tempo. L'altro è stato bloccato dai carabinieri mentre era ancora abbarbicato al tubo da irrigazione utilizzato per salire sul balcone, dove i militari hanno sequestrato un borsone con tutti gli attrezzi del mestiere del 40 enne. L'uomo è stato arrestato in attesa del processo per direttissima.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati
Fatti&Storie