Meteo
 


Spettacoli

Sanremo, vince la Jebreal e scoppia il “giallo” Waters

sanremo 2020

SANREMO Fuori una. Ieri il Festival ha letteralmente fatto il botto con il 52, 2% di share, una media di 10.050.000 telespettatori. A questo punto ci aspettiamo stasera di vedere Fiorello entrare all’Ariston vestito da Maria De Filippi – lo ha promesso lui stesso ieri, presentandosi con gli abiti di Don Matteo. E, a proposito di aspettative, oggi è sicuramente il giorno di Rula Jebreal, la giornalista italo-israeliana che, con il suo monologo contro la violenza sulle donne, ha fatto centro. È lei la vera vincitrice di questa edizione. Un momento di politica più che di televisione che dovrebbe essere sempre presente nei palinsesti di Mamma Rai. Per ascoltare, per capire, per cambiare soprattutto.

Un cambio in corsa effettivamente c’è stato. Del video messaggio di Roger Waters che doveva essere lanciato prima del monologo della Jebreal se ne sono misteriosamente perse le tracce.

A fare chiarezza sulla sparizione ci pensa il direttore di Rai1, Stefano Coletta.
«Premesso che le scalette ammettono sempre una possibilità di variazione, e non si poteva entrare in scena per parlare con Amadeus, su Roger Waters nessuna censura ma un dato molto vero. Quando abbiamo rivisto la scaletta, ho pensato che il preludio di Waters fosse uno start al monologo di Rula davvero ritardante rispetto a questo quadro che si bastava da solo. Il monologo della Jebreal penso non avesse bisogno di introduzione, perché non parlavamo di fiction ma di un dato biografico».

Se ne prenda atto: nessuna censura. No, perché i più cattivi avevano già pensato che Waters non avrebbe accettato “copioni” imposti dalla Rai e quindi grazie e arrivederci.

Sopita anche questa nuova polemica, arriva la seconda serata della 70esima edizione. Stasera sul palco sfileranno gli altri dodici big (Giordana Angi, Francesco Gabbani, Paolo Jannacci, il tanto discusso Junior Cally, Elettra Lamborghini, Levante, Enrico Nigiotti, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Rancore, Tosca e Michele Zarrillo) e si sfideranno le ultime quattro Nuove Proposte.

Accanto ad Amadeus, oltre a Fiorello e a Tiziano Ferro, ci saranno le giornaliste del Tg1 Emma D'Aquino e Laura Chimenti oltre a Sabrina Salerno.

Grande attesa per la reunion dei Ricchi e Poveri così come ieri c’era stata l’esibizione di Al Bano e Romina Power presentati addirittura dalla figlia che 33 anni prima era nella pancia della madre sul palco dell’Ariston (!). Perché, ricordiamocelo: Sanremo ha 70 anni. Per i più giovani arriva stasera Gigi D’Alessio e, dulcis in fundo, Zucchero.

Menzione a parte per Paolo Palumbo il cantante 22enne colpito da sclerosi laterale amiotrofica e per questo impossibilitato a parlare. Palumbo eseguirà il suo brano “Io sono Paolo”, grazie a un riproduttore vocale. Già ieri sera Le Vibrazioni avevano presentato il loro brano con l’ausilio di un non udente e su RaiPlay è attiva un’intera squadra formata da 19 persone che hanno il compito di far ascoltare la musica a chi non può ascoltarla. Insomma, un festival per tutti (tranne per Roger Waters). Anche per quelli che non sono riusciti ad entrare all’Ariston e che si godono lo spettacolo dalla piazza adiacente al teatro grazie al “festival diffuso”.

I social sono letteralmente impazziti per Achille Lauro, entrato vestito da Mago Otelma e poi rimasto in una tutina luccicante modello FreddyMercuryCiProvoMaNonCiRiesco. Hanno pianto sulle lacrime di Tiziano Ferro che ha cantato “Almeno tu nell’universo” dell’indimenticabile Mia Martini. Hanno riso sul vestito della Leotta paragonandolo a quello di Belle ne “La bella e la Bestia”. E l’hastag #Sanremo2020 ha mantenuto la prima posizione in trend topic per tutta la prima serata.

Stasera si procede per il “fuori due”. Non ci resta che attendere.

PATRIZIA PERTUSO

Articoli Correlati
Spettacoli