Meteo
 


Sport

Il Verona e i pali frenano i sogni della Lazio

Calcio

CALCIO Festa rimandata per i tifosi biancocelesti. La Lazio pareggia 0-0 con il Verona nel recupero della 17esima giornata del campionato di Serie A dovendo rinviare l’obiettivo-sorpasso in classifica sull’Inter che mantiene la seconda posizione alle spalle della Juventus. All’Olimpico infatti la squadra  biancoceleste sbatte contro il muro scaligero ma può recriminare per due pali colpiti da Luis Alberto, uno nel primo e l’altro nel secondo. La classifica vede così adesso  la squadra capitolina salire a quota 50 punti, uno in meno dei nerazzurri. La Juve è a 54.   Salgono invece a 31 punti gli scaligeri. Nella ventitreesima giornata i ragazzi di Inzaghi faranno visita al Parma  mentre la truppa di Juric avrà un altro incrocio pericoloso in alta quota: quello con la Juventus al Bentegodi. La squadra di Inzaghi probabilmente vince ai punti la gara (in realtà il secondo tempo è equilibrato)  ma ha anche rischiato di andare sotto al 16’ quando c’è stato bisogno di  un doppio miracolo di Strakosha per dire di no a Zaccagni e a Borini. Silvestri, del resto, non è da meno al 20’ su Immobile: e poi è costretto agli straordinari  sul destro  di un ispirato Luis Alberto. Strakosha con un super intervento  nel finale evita la beffa  su Borini, ma è Milinkovic   a fallire il match point al 90’.  E Silvestri si supera su Luis Alberto al 94’. Coreografia spettacolare nella Curva nord: un’aquila “disegnata” con la luce dei telefonini. 

Articoli Correlati
Sport