Meteo
 


Spettacoli

Da Beetroots a Kidz e Banana, la musica vola

Sir Bob Cornelius Rifo The Bloody Beetroots

MILANO È un artista di culto, un progetto italiano molto apprezzato anche all’estero. Perché la sua proposta poco concede alla tradizione nostrana, puntando dritto verso un sound internazionale e cosmopolita. Anche perciò Sir Bob Cornelius Rifo, alias The Bloody Beetroots, ha in curriculum collaborazioni importanti, come quella col grande Paul McCartney.
Stasera il dj e produttore veneto, che ama presentarsi mascherato sul palco, sarà dietro la console dei Magazzini Generali (ore 23, euro 22) per proporre la sua originale miscela di punk, elettronica, hip hop, classica, hard rock, punk e new wave.

Tra rap & rock alternativo
In alternativa, stasera, al circolo Ohibò è in arrivo l’originale duo rap Era Serenase, mentre al Gate si esibirà l’attore e compositore statunitense Michael Malarkey col nuovo album “Graveracer”.
Al Live di Trezzo, invece, si terrà la serata benefit Rock Against Cancer con Thunder Kidz e Black Banana.
Domani al Serraglio ritroveremo la promessa dell’indie britannico Tusks, mentre al Biko, per la rassegna Black and North di Jazz:Re:Found, suonerà il jazzista Joe Armon Jones. Domenica in Santeria Toscana i musicisti Paolo Spaccamonti e Ramon Moro, con la violoncellista Julia Kent, daranno una nuova veste sonora al film di culto “Vampir” (del 1932), mentre al Blue Note potremo ascoltare live il versatile e innovativo chitarrista Jeff Parker, già membro del gruppo rock alternativo strumentale americano dei Tortoise.

 

Articoli Correlati
Spettacoli