Meteo
 


Fatti&Storie

Pechino, 8 miliardi per combattere il virus

il virus cinese

Le autorità di Shanghai hanno deciso di sospendere le attività di tutte le aziende, pubbliche e private, fino al 9 febbraio prossimo, per contenere i rischi di contagio da polmonite da coronavirus. Lo ha reso noto la stessa amministrazione locale. La decisione, hanno precisato le autorità nel corso di una conferenza stampa citata dall’agenzia Reuters, non si applicherà alle utilities né alle aziende del ramo medicale e farmaceutico. La decisione è stata presa dopo che il governo centrale cinese ha comunicato l'estensione delle festività di capodanno fino al 2 febbraio per contenere l'epidemia che ha provocato oltre 2.700 casi accertati in Cina e 80 morti.

Pechino. Il ministero delle Finanze e la Commissione nazionale per la sanità cinesi mettono a disposizione 60,33 miliardi di yuan (7,88 miliardi di euro) per il contenimento dell’epidemia di polmonite da coronavirus. Lo riferisce una nota pubblicata sul sito web del ministero delle Finanze, nella quale si specifica che i fondi serviranno “per la prevenzione e il controllo dell’epidemia, per migliorare la capacità di prevenzione e controllo della malattia e prevenire la diffusione nelle comunità rurali e urbane”.     In una nota separata citata dall’agenzia Xinhua, la Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme - l’agenzia di pianificazione economica del governo cinese - ha annunciato lo stanziamento di 300 milioni di yuan per due ospedali a Wuhan destinati alla cura dei malati di polmonite da coronavirus: in particolare, si spiega, i fondi sono destinati per l'approvvigionamento delle attrezzature mediche necessarie alle strutture ospedaliere. 

Numero 1500. Si è riunita anche questa mattina alle 9.30 la task-force coronavirus 2019-nCoV, alla presenza del ministro Roberto Speranza nella sede di Via Ribotta a Roma. Alla riunione, tra gli altri, ha partecipato anche l’Assistant Director General dell’Oms Raniero Guerra. Prosegue il coordinamento con tutte le istituzioni internazionali competenti. E’ stata verificata la piena operatività delle procedure di controllo avviate ieri negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa. Al momento tutti i controlli procedono regolarmente. Si è, inoltre, tenuta una sessione di formazione per una nuova equipe di medici e personale sanitario che rafforzerà ulteriormente i controlli negli aeroporti e che  integrerà lo staff della sala operativa del numero verde 1500 attivo 24 ore su 24. Tra loro presenti anche i mediatori culturali che dialogheranno con i cittadini cinesi che si rivolgeranno al servizio. Per le informazioni generali è attivo e costantemente aggiornato il portale www.salute.gov.it. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie