Meteo
 


Fatti&Storie

Berlino, Serraj e Haftar ok a conferenza intra-libica

Libia

I partecipanti alla Conferenza di Berlino per la Libia hanno approvato la dichiarazione finale.  Il documento, di 55 punti, prevede - tra l'altro - il cessate fuoco permanente, un embargo sulle armi e un processo politico per arrivare a un governo unico. I partecipanti alla Conferenza di Berlino si impegnano nella dichiarazione finale del vertice "a non interferire nel conflitto armato o negli affari interni della Libia" e chiedono "a tutti gli attori internazionali di fare lo stesso".

Conferenza. Il premier del Governo di accordo nazionale libico, Fazyez al Serraj, e il generale della Cirenaica, Khalifa Haftar, hanno dato la loro approvazione alla convocazione della conferenza intra-libica, da tenersi  probabilmente a Ginevra. Lo apprende l'Agi da fonti a Berlino, al termine della conferenza sulla Libia. La data della conferenza è stata approvata ma non è ancora nota. La conferenza intra-libica rientra nei punti previsti dal vademecum operativo dell'Unsmil, adottato come allegato alle conclusioni della conferenza di Berlino; tra gli altri punti vi è l'istituzione di un comitato militare misto composto da cinque ufficiali designati da ciascuna delle due parti libiche in conflitto, che possa lavorare ai termini del cessate il fuoco. Anche su questo punto c'è stato l'ok sia di Serraj che di Haftar.

Articoli Correlati
Fatti&Storie