Meteo
 


Opinioni

Le famiglie e il pensionato

Maurizio Guandalini

Nonni, andiamo. Istat scalcia numeri imperterrita. Quella delle pensioni degli anziani che salvano milioni di famiglie in difficoltà è nota. Ci stupiamo di tanto stupore. Insieme alle piccole evasioni fiscali dei lavoretti in nero, è oro colato del welfare nostrano.  Chi sta nelle stanze del potere vada cauto a rimuovere questi predellini incerti, perché se non sorretti da valide alternative si rischia il triplo salto mortale senza rete. Insieme a scorte di risparmi stirpe del taccagno Paperon de’ Paperoni e all’85% di connazionali proprietari di almeno una casa, si potrebbe quasi dire di vivere nel Paese della cuccagna. Il mattone ha fatto  più del pannolone della previdenza. Sono generazioni, almeno dai cinquantenni di oggi in giù, che col solo stipendio famigliare non la si fa ad ammucchiare la scorta per acquistare un tetto. Lo stesso mutuo con le  forze ristrette è inaccessibile perché sono richieste garanzie a intera copertura del prestito. Qui entrano in scena  genitori e  nonni. Che delle piccole fortune con grandi sacrifici le hanno accumulate. E trapassano dai padri ai figli questi gruzzoletti patrimoniali che saldano piccoli deficit e tolgono qualche sfizio ai giovani non più in erba. Accade con maggiore disinvoltura nei piccoli centri urbani dove il costo della vita è sopportabile. In qualche difficoltà s’inciampa nelle metropoli. A Milano, Roma e Torino se non c’è un pensionato vicino è meglio farsi il segno della croce. Aggiunge “la centomila” euro che serve per stare tranquilli con gli interessi chiesti dalla banca su appartamenti mignon ma a cifre folli, gira  la mancia al nipotino, fa servizio di baby sitter, porta e riprende i bimbi da scuola, lascia una sporta di spesa con le prelibatezze di giornata. Il rovescio della medaglia sono terre incolte. Un progresso sociale inesistente. Privo di strumenti minimi per fare con le proprie braccia. Perché volere o volare la domanda arrovella pure i più anaffettivi col pensiero: e chi in famiglia il pensionato che dà una mano non ce l’ha?

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Opinioni