Meteo
 


Fatti&Storie

A Roma esteso il blocco di tutti i diesel fino a giovedì

Roma

ROMA Il blocco di tutti i veicoli diesel, fino agli Euro 6 di ultima generazione, che ha scatenato mille polemiche, andrà avanti anche oggi e domani con le stesse modalità: in tutta la Fascia verde, dalle 7:30 alle 10:30 e dalle 16:30 alle 20:30. La decisione è stata presa in seguito alle ultime rilevazioni dell’Arpa: 8 centraline sopra i limiti di legge su 13. E il 19 gennaio resta confermata la domenica ecologica.

Le reazioni allo stop
Una “linea dura”, quella scelta dal Campidoglio, ritenuta inadeguata e punitiva da sindacati, imprese e associazioni.

Per il segretario confederale della Cisl Angelo Colombini, «La decisione del Comune alimenta un clima di allarmismo tra lavoratori e cittadini che è ben lontano dall’idea di darsi una strategia per l’ambiente. E le incertezze sulla prosecuzione dei lavori delle linee di metropolitana sono l’esatto contrario di una strategia».

Bocciatura anche dall’Aci, che per voce del suo presidente Angelo Sticchi Damiani, ha commentato: «È assurda la demonizzazione dei diesel Euro 6, con blocchi del traffico ingiustificati che non hanno alcun fondamento scientifico e non garantiscono risultati certi.

Sulla stessa linea l’Unione Petrolifera che in una nota ha commentato: «È una decisione del tutto ingiustificata da un punto di vista scientifico, senza alcun vantaggio ambientale e quindi inutilmente penalizzante per un’ampia fascia di cittadini».

Secondo Confartigianato Roma, «il danno diretto causato alle imprese artigiane e commerciali per il blocco dei veicoli da lavoro diesel nella sola giornata di ieri è stato pari a cinque milioni di euro». Mentre il presidente del Codacons Carlo Rienzi ha proposto al Comune di non far pagare il trasporto pubblico durante i giorni di blocco.

Ieri i veicoli controllati dai vigili sono stati 1.200, circa 120 gli automobilisti sanzionati.

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Bonus partite Iva