Meteo
 


Sport

Zaniolo, intervento ok ora parte la riabilitazione

Calcio

CALCIO Da oggi Nicolò Zaniolo inizierà il suo percorso riabilitativo. Ieri a Villa Stuart il professor Mariani lo ha operato al legamento crociato anteriore del ginocchio destro (provedendo anche alla sutura della lesione del menisco esterno) e l’intervento è pienamente riuscito. «Francesco (Totti, ndr) gli ha scritto stamattina - ha detto a Rai Radio1 la mamma di Zaniolo, Francesca Costa -, e Balotelli gli ha mandato un messaggio vocale in cui gli diceva “forza, ti sono vicino!”». La solidarietà dei colleghi  è arrivata anche dai social. «Lukas Modric gli ha scritto su Instagram, e così hanno fatto molti altri, come Bonucci e Dybala». «Ti aspetto in campo», gli ha detto invece il tecnico azzurro Roberto Mancini.  Tra volti noti del mondo del pallone e tifosi l’ondata di solidarietà nei confronti del giocatore romanista è stata davvero travolgente. «L’aumento dell’incidenza della rottura del legamento - ha spiegato ieri all’Agi Pietro Monachino, noto ortopedico e medico dello sport,  è sicuramente legata ad un «calcio estremamente dinamico, in cui si gioca con maggiore intensità». La Roma, comunque, detiene un record: sono nove i giocatori della prima squadra e sette Primavera colpiti dalla “sindrome del crociato” negli ultimi sei anni. Oltre a Strootman (due volte), Florenzi (due volte), Rudiger, Emerson, Mario Rui, Karsdorp, Luca Pellegrini, Zappacosta e Zaniolo, è toccato ai giovani Calafiori, Nura, Capradossi, Bianda, Tumminello, Ponce e Bouah (due volte).

Articoli Correlati
Sport