Meteo
 


Fatti&Storie

Smog: «Situazione critica ma non drammatica»

Milano

ambiente «La situazione in questi giorni è critica, ma non è drammatica e non è neppure anomala». Parola dell’assessore regionale all’Ambiente, Cattaneo, che ieri ha commentato i dati sulle concentrazioni di Pm10. Affiancato dal presidente di Arpa, Cecchin, Cattaneo ha aggiunto: «Anzi potrà sembrare paradossale, ma anche i dati di questi giorni, che resteranno critici almeno fino a fine settimana e forse qualche giorno in più in base alle previsioni meteo, confermano un contesto positivo di miglioramento complessivo della qualità dell’aria che sta proseguendo da alcuni anni. Entro il 2025 ci sarà il rientro della Lombardia al di sotto dei limiti previsti Ue». Come dire: l’aria fa schifo, quello passato è stato il capodanno con le maggiori concentrazioni di Pm10 da quando si fanno le rilevazioni, ma va tutto bene. Tanto che la giunta Fontana non ha in programma alcun nuovo provvedimento, a parte quelli già stabiliti. «Escludo che Regione Lombardia possa decidere di bloccare i Diesel Euro 5. Credo che questo accanimento contro la mobilità non sia confermato dai numeri», ha aggiunto. «Non riteniamo di dover assumere misure ulteriori rispetto a quelle già vigenti» ha ribadito. L’assessore ha poi puntato il dito contro l’inerzia del governo, colpevole, a suo dire, di parlare ma di non agire: «Un Governo e un viceministro parlano con i decreti che stanziano risorse. Vogliamo fatti non chiacchiere, ma finora abbiamo visto solo chiacchiere. Se l’inquinamento in Lombardia è una priorità, ci aspettiamo nelle prossime ore i decreti che stanziano le risorse promesse». Una replica al viceministro M5s, Buffagni, che aveva proposto un piano contro l’emergenza smog da attuarsi con la Regione e palazzo Marino. Intanto oggi a Milano tornano in vigore i blocchi per i Diesel Euro 4.  Andrea Sparaciari

Articoli Correlati
Fatti&Storie