Meteo
 


Fatti&Storie

Smog alle stelle fermi anche gli Euro 5

TORINO

Ambiente Il nuovo anno inizia con i blocchi anti-smog. Da oggi, dopo oltre  10 giorni di sforamenti dei valori limite per la qualità dell’aria, si attivano i divieti nei 12 Comuni dell’area metropolitana torinese previsti dal semaforo rosso. A restare fermi, questa volta, anche i veicoli diesel della categoria Euro 5 immatricolati prima del 2013, che non potranno circolare e quelli a benzina fino alla categoria Euro 1. Domani ci sarà il nuovo rilevamento dell’Arpa. Ma intanto il modello fa discutere chi spera in modifiche strutturali. «Arrabbiati» si dicono dalla Consulta della mobilità ciclistica e della moderazione del traffico: «Non è un giorno o una serie di giorni con un po’ di auto bloccate a cambiare davvero la situazione», e sottolineano come «da anni ci battiamo per un cambiamento di mobilità, e quindi di mentalità, che richiede tempo, progettazione, sperimentazioni vere, basate su dati raccolti con metodi scientifici». Lo fanno con un appello alle istituzioni per «uno sforzo ben strutturato per indirizzare le persone verso modi di muoversi che siano meglio organizzati e meno inquinanti». Anche da Verdi-Europa Verde la richiesta di attuare «politiche per sviluppare in maniera capillare la mobilità sostenibile, potenziare il trasporto pubblico locale incentivando i cittadini a lasciare a casa l’auto», spiegano i portavoce regionali Mossa e Pizzi, insieme con il referente Comitato di Europa Verde Torino, Antonio Fiore che guardano già alle amministrative 2021.  Cristina Palazzo

Articoli Correlati
Fatti&Storie