Meteo
 


Fatti&Storie

Cenone, a tavola bruceremo 2 miliardi

Capodanno

Gli italiani spenderanno 2 miliardi per imbandire le tavole per il cenone di Capodanno. Spesa in linea con il 2018. Ci si aggrappa alla tradizione e un italiano su due aspetterà a casa il rintocco delle mezzanotte per salutare il 2020. Per il quinto anno di fila sarà sold out per la lenticchia di Castelluccio di Norcia a dimostrazione che gli italiani tengono alle tradizioni e alla scaramanzia. L’aumento delle tredicesime di 800 milioni rispetto allo scorso anno (per un totale di 36 miliardi) non spingerà i consumi, ma vedrà gli italiani rimpinguare i risparmi e spendere nei viaggi. All’Italia del rancore è subentrata quella dell’egoismo e della paura. È quanto emerge da un’indagine condotta dal Centro Studi di Confcooperative. 

Uva e lenticchie. Uva e lenticchie tra i riti scaramantici più diffusi. Tornano le maxitavolate familiari con una media di 9 persone per il cenone di fine anno che il 71% degli italiani ha scelto di consumare a casa propria o di parenti e amici mentre gli altri si dividono tra ristoranti, trattorie, pizzerie e agriturismi, come emerge dall'indagine Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia che saranno destinati alla tavola 94 euro in media a famiglia, con un aumento del 14% rispetto allo scorso anno. Sono circa 6 milioni gli italiani che hanno scelto di trascorrere il capodanno in vacanza per la stragrande maggioranza in Italia dove lo spumante – sottolinea la Coldiretti - si conferma come il prodotto immancabile per nove italiani su dieci (91%), ma è sorprendentemente seguito a ruota dalle lenticchie presenti nell’82% dei menu, forse anche perché sono chiamate a portar fortuna secondo antiche credenze. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie
Migranti