Meteo
 


Spettacoli

Teatro, magia o danza non resta che scegliere!

Il lago dei cigni di Benjamin Pech

ROMA Dal teatro alla danza: tanti i piatti forti delle feste. Ecco cosa non potrà mancare nel nostro ghiotto menu. Il musical “Notre Dame de Paris”, dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, torna dal 27 al Palazzo dello Sport.

Al Brancaccio, fino all’Epifania, Gianluca Guidi riporta “Aggiungi un posto a tavola”, celebre commedia musicale di Garinei e Giovannini, scritta con JaJa Fiastri. 

“Mi inviti a nozze” è la commedia raffinata e provocatoria di Valerio Groppa, per la regia di Siddharta Prestinari, che – dopo l’esordio il 21 e 22 a Le Fontanacce di Rocca Priora – sarà al Brancaccino (dal 26), con uno speciale Capodanno. Al Ghione, dal 26 al 29 le meraviglie di alcuni fra i più grandi illusionisti al mondo la faranno da padrone a colpi di magia in Abracadabra-La Notte dei Miracoli. Sempre a misura di bambino Un insolito Natale di Dickens, spettacolo per burattini by Elisa Bongiovanni e Giada Parlanti, al Vascello (dal 21).

E non poteva mancare la danza con “Lo Schiaccianoci” (dal 20 all’Auditorium della Conciliazione) nella versione classica. E, imperdibile, al Costanzi “Il lago dei cigni” di Benjamin Pech (dal 31), con l’étoile, i primi ballerini, i solisti e il corpo di ballo diretto da Eleonora Abbagnato.

Sempre all’Opera, ultime repliche per la “Tosca” storica, così come Puccini stesso la vide alla prima assoluta (proprio sul palco del Costanzi il 14 gennaio del 1900) qui diretta dal maestro Pier Giorgio Morandi.

 

 

ORIETTA CICCHINELLI

Spettacoli