Meteo
 


Spettacoli

Il Natale in città tra musical, teatro e danza

grease

TORINO Il teatro sembra non chiudere mai. Così accadrà anche, da oggi all’Epifania, con il moltiplicarsi sui palcoscenici torinesi di performance che renderanno uniche queste feste, passando dallo show al varietà, dal musical alla prosa, dall’illusionismo al balletto.

Arturo Brachetti prepara già il terreno, da stasera al 6 gennaio, al Colosseo con il suo “Solo”, un grande one man show dove il più grande trasformista italiano passa dalle ombre cinesi al mimo, dalla chapeaugraphie al sand painting con la magia di un magnetico raggio laser. Il musical, quello più gettonato, come “Grease”, qui nella messinscena della Compagnia della Rancia, sarà di casa, dal 27 al 29 dicembre, all’Alfieri con la regia di Saverio Marconi e con protagonisti, nei ruoli che furono al cinema di Olivia Newton-John e di John Travolta, di Francesca Ciavaglia e di Simone Sassudelli. In prima nazionale arriverà invece, dal 26 dicembre al 6 gennaio, al Teatro Bellarte “Welcome to Commonplace”, uno spettacolo di danza narrativa dove il pubblico sceglierà quale storia vedere.

E anche quest’anno un mito della danza di oggi, Roberto Bolle, tornerà a far sognare il Regio con un cast stellare, dal 29 al 31 dicembre, con il suo richiestissimo Gala. “Roberto Bolle and Friends”, tra momenti della grande tradizione classica, passi a due e assoli contemporanei. Ma non sarebbe Natale in città senza la kermesse “Torino Anima Tango” che, dal 26 dicembre al 6 gennaio, con sede al locale Aldobaraldo proporrà spettacoli con maestri tangueri di fama internazionale, ma anche corsi, stage, avvicinamento alla danza con i “primi passi” seguiti da maestri esperti ed aperitivi in tema.

Una fiaba senza tempo per viaggiare nel regno della fantasia e celebrare l’arrivo delle festività natalizie arriverà invece dopodomani, alle 20.30, all’Auditorium Rai dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e dal suo Direttore principale James Conlon impegnati nell’esecuzione delle musiche di Čajkovskij del celebre balletto “Lo schiaccianoci”. Mentre un altro “must” delle feste sarà la favola natalizia “Gelindo” di scena il 23 dicembre, alle 21, e il 26 dicembre, alle 16, al Teatro Erba con uno dei personaggi più amati della Natività e del teatro popolare piemontese interpretato da Giovanni Mussotto. Un varietà per tutta la famiglia con gli artisti del Circolo Amici della Magia di Torino incanterà poi, dal 26 dicembre al 6 gennaio, la Casa del Teatro Ragazzi con il “Super Fantasy Magic Show”.

Novanta minuti di grande spettacolo tra realtà e illusione, in un universo fiabesco, con protagonisti, tra gli altri, Marco Aimone, filo conduttore dello show nelle vesti di giullare magico, il ventriloquo Rafael Voltan con la sua dispettosa giraffa Gi ed Arturo, clown e fantasista dalle mille sfaccettature. Per la prosa invece, ispirata al mito di Orfeo ed Euridice, sbarcherà, subito dopo l’Epifania, dal 7 gennaio al Gobetti, una pièce molto attesa, “Ci vediamo all’alba” della britannica Zinnie Harris, delicata e dolente storia sullo strazio dell’amore perduto con due donne smarrite su una spiaggia, le emozionanti Francesca Ciocchetti e Sara Putignano.

 

 

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli