Meteo
 


Opinioni

Il caravanserraglio della Finanziaria

Maurizio Guandalini

Adventus. La venuta della Finanziaria. Il caravanserraglio delle grida, metti-togli-nascondi, della legge che farà funzionare la baracca Italia, nel 2020, è concluso. Chi è dentro è dentro, chi è fuori è fuori.  La Camera darà il tocco finale al pacchetto già confezionato ieri. Succede mentre il debito, a ottobre, è salito di 7,5 miliardi. E non sarà che l’inizio della mise en place. Infatti si apparecchiano tempi di rattoppo per imprevisti che condizioneranno il bilancio dello Stato e dei quali stiamo cogliendo solo le sfumature. Grigio fumo di Londra. Il povero figlio di mammà che fine farà tra le strade di Londra, preda dei neocolonizzatori del Regno? Assurdo, dai. Che la quasi totalità dei servizi giornalistici, in Italia, dopo la vittoria di Boris Johnson, in Gran Bretagna, girino attorno al destino dei nostri connazionali che lavorano oltremanica. Che volete mai succeda?  Qualche timbro o carta in più, e non è neppure detto. Coraggio. Si sa, noi teniamo il melodramma nel cuore. Oddio, negli ultimi dieci anni 800 mila italiani se ne vanno all’estero! Mentre si può fare che gli inglesi, con la scusa della Brexit, eleggano l’Inghilterra una roba che assomiglierà tanto a una zona franca. Dove si pagheranno meno tasse (già succede). Se poi Boris e Donald, che non staranno a girarsi i pollici, sigleranno un bel trattato di pochi punti per una mega area di libero scambio, più paesi dell’Unione europea, inclusa l’Italia, dovranno aggiornare la finanziaria facendo spazio a maxi incentivi per dopare settori che ne soffriranno di più. Lo stesso varrà per le partite dazi e sanzioni. Aggiornamenti degli statini profitti e perdite che rendono macroscopico quanto l’impianto, la compilazione e la discussione della legge di bilancio è diventata liturgia rognosa e prettamente scenica. Perché in 24 ore possono servire un miliardo di euro per sventare il fallimento di una banca.  Ed è bellissimo cantare Bella ciao, appena alzati, però l’etica e la morale del cittadino scatta da quando chi ti è accanto fa di tutto per non fregarti.

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Opinioni