Meteo
 


Fatti&Storie

«Stiamo andando nella direzione giusta»

TORINO

comune «Si deve fare di più e meglio. Ma questi sono segnali che la direzione è quella giusta, andremo avanti con ancora maggiore determinazione». Così la sindaca Chiara Appendino hs commentato la conquista di Torino della 33ª posizione nella classifica delle città in Italia per qualità della vita. Un risultato mai raggiunto dal 1990, risalendo cinque posizioni rispetto allo scorso anno. Sui sei parametri, sui quali si basa la classifica, Torino occupa il 91° posto su 107 per la sicurezza: «la criticità maggiore, come tutte le metropoli, riguarda la sicurezza dove però - assicura Appendino - l’impegno è totale da parte di tutte le istituzioni. Ed è in tal senso che va l’accordo sulla sicurezza integrata, siglato pochi giorni fa». Punti di forza, invece, sono “consumi e ricchezza” e l’essere “smart cities”, tanto da risultare quinta in Italia. Una classifica che arriva nel giorno in cui in Consiglio comunale è stato tracciato il bilancio dei lavori dell’anno, sottolineando tra le tante decisioni prese in Sala Rossa nei 12 mesi, quella di conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre «una delle persone che porta dentro la memoria e il triste ricordo di uno dei periodi più brutti della storia degli ultimi 100 anni», come ha ricordato il presidente Francesco Sicari. Non poteva mancare, nel bilancio finale, la dichiarazione dello Stato di emergenza climatica: «Spero - aggiunge - che l’aula possa affrontare nei prossimi mesi e anni molte discussioni su questa tema».  Cristina Palazzo

Articoli Correlati
Fatti&Storie