Meteo
 


Fatti&Storie

Sciopero Alitalia paralizza i cieli

Alitalia

ROMA Pesanti disagi venerdì per lo sciopero nazionale di 24 ore nel trasporto aereo che interesserà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy (nel rispetto delle fasce di garanzia 7-10 e 18-21). L’agitazione è stata indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto Aereo. Intanto la ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, è tornata sul futuro della compagnia: «Un’Alitalia rigenerata farà gola a tanti - ha detto - e se dovesse diventare straniera, cosa che non escludo, potrebbe essere solo europea. Credo che abbiamo di fronte a noi sei, sette mesi di lavoro molto intensi. Il problema della struttura dei costi di Alitalia non è legato solo al personale, ma anche agli strumenti.

Incontro al Mise sull'ex Ilva

Resta caldo anche il fronte ex Ilva. «Non siamo disarmati di fronte ad ArcelorMittal», ha detto il ministro del Sud, Giuseppe Provenzano, durante il tavolo sull’ex Ilva che si è svolto al Mise. «Il contratto - ha sottolineato - prevede sanzioni economiche e anche penali in caso di inadempimenti da parte dell’azienda». «Il governo ha ribadito di condividere con noi i punti cardine dell’accordo di un anno fa - ha riferito la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, al termine del tavolo - ovvero: non un grammo di meno di produzione di acciaio, nessun esubero, investimenti sull’ambientalizzazione e l’innovazione tecnologica. Aspettiamo che il governo ci riconvochi per dirci cose molto più precise».

METRO

Articoli Correlati
Fatti&Storie