Meteo
 


Spettacoli

La Banda Bassotti ricorda Sigaro

Roma/Musica

ROMA «“Sigaro” è sicuramente una delle figure rappresentative della Banda, forse la più rappresentativa e come tale insostituibile. È sicuramente difficile per noi salire sul palco senza di lui, ma la sua scomparsa non ci ha mai fatto pensare di smettere di suonare, anzi: crediamo che sia il modo più bello per rendergli onore. Sicuramente non è per niente semplice per noi, contando che più di qualcuno ha condiviso con lui tantissimo sia sul palco sia per strada». 

Con queste parole il collettivo Banda Bassotti, una delle realtà storiche della scena musicale indipendente italiana, ricorda Angelo SigaroConti, voce e membro fondatore della band romana, scomparso nel dicembre del 2018 a 62 anni dopo una breve malattia.

Alla memoria del musicista è dedicato il concerto che la Banda Bassotti terrà sabato alle 22 a Largo Venue, un live che ripercorrerà tutte le tappe  dell'aventura artistica del gruppo, dal 1987 - anno della loro formazione, a “Questa notte”, il brano in cui per l'ultima volta canta Sigaro.

Nessun intento nostalgico o meramente celebrativo, c'è ancora un futuro per Banda e i suoi componenti. «La maggior parte di noi - spiegano - non vive con la musica, abbiamo tutti un lavoro e non siamo neanche più ragazzini purtroppo; sicuramente però possiamo dire che finché ci sarà bisogno della Banda Bassotti noi ci saremo. Ci dispiace deludere qualcuno, ma non ci sentiamo per niente un gruppo finito».

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli