Meteo
 


Fatti&Storie

Ancelotti esonerato tifosi del Napoli in rivolta

Calcio

"La Società Sportiva Calcio Napoli ha deciso di revocare l'incarico di responsabile tecnico della prima squadra al signor Carlo Ancelotti. Rimangono intatti i rapporti di amicizia, stima e rispetto reciproco tra la società, il suo presidente Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti". Così in una nota​ della società.

Champions. Il Napoli aveva vinto in Champions passando, insieme al Liverpool, agli ottavi, superando per 4-0 il Genk dominando per tutti i novanta minuti del match. A segno Milik, con una tripletta, e Mertens.

Tifosi. La decisione ha deluso i tifosi che hanno interpretato la scelta come una sconfitta per il club e una vittoria degli ammutinati. I giocatori che decisero di abbandonare il ritiro imposto dalla società. "Data vinta ad un manipolo di viziati presuntuosi. Mr Ancelotti era l'unico Signore nella Società Sportiva Calcio Napoli, e non meritava di rimanere lì con voi.", scrive un tifoso e un'altra replica: "La Società Sportiva Calcio Napoli ha deciso di rimanere in una dimensione provinciale, di rinunciare all'unico lusso che si era meritatamente concessa: un lusso di nome Carlo Ancelotti. Soprattutto ha deciso che quattro pagliacci decidono le sorti di una società che è in CL". Spaccatura totale a Napoli quindi, con i tifosi contro quella parte di squadra: "Ha pagato un Signore per dei ragazzini viziati e privi di professionalità. A Napoli purtroppo non abbiamo e non avremo mai una mentalità vincente. Complimenti per la bella figura che avete fatto".     I tifosi partenopei hanno ridotto la questione a una faida interna tra l'allenatore e Lorenzo Insigne, capitano del Napoli, ritenuto il principale responsabile della spaccatura interna allo spogliatoio. "Avete perso un'occasione enorme, quella di essere uomini. Avete scelto un bullo di Fratta che rappresenta la parte più becera della napoletanità. Io sarò sempre con Carlo #Ancelotti un Signore fra un gregge di cafoni". Fratta è il modo in cui nel napoletano si chiama Frattamaggiore, luogo di nascita del calciatore.  "Quando esonerate Insigne" chiede qualcuno.  Amaro il tweet di questo tifoso che riassume così la vicenda: "Tralasciando quelli che saranno i risultati e le prestazioni future, questo Napoli oggi è ufficialmente morto. Bravo presidente e dirigenza tutta. Saranno sicuramente contenti Mertens, Insigne e gli altri due conti". In molti invocano un cambiamento radicale: "A Lombardo quando revocate l'incarico? E ad Insigne la fascia?".  
    Anche le tempistiche della decisione hanno indispettito e non poco i tifosi. A qualificazione raggiunta con una bella vittoria in Champions e dopo aver ottenuto una dimensione internazionale. "Due grandi Signori come #Benitez e #Ancelotti, gli unici due allenatori vincenti che abbiano mai seduto sulla panchina del #Napoli, non hanno lasciato un ricordo positivo. Questo mi fa pensare che l’ambiente sia un tantino sopravvalutato e che resti, tutto sommato, di provincia", scrive un tifoso attaccando il recente passato della società. Un altro scrive: "Ancelotti se ne va da Napoli senza aver vinto nulla e senza aver mai dato la sensazione di potersi giocare lo scudetto. Ma la realtà europea che ha dato a questo Napoli è tanta roba. 2 vittorie e 1 pareggio in 4 partite contro il Liverpool in 2 anni non sono un caso".

Gattuso.     Per il dopo Ancelotti è già pronto Gennaro Gattuso che erediterà la squadra dal suo maestro dopo il quinto posto con il Milan dell'anno scorso. I tifosi non sono soddisfatti della scelta: "Questa è il curriculum del nuovo allenatore del napoli: 1 esperienza in serie a conclusa con un quinto posto 0 trofei vinti in carriera 0 presenze in champions. Mi sembra ottimo per una squadra che ha bisogno di certezze e di passare l ottavo di champions". "Il Napoli di Ancelotti faceva piangere, ok. Gente che festeggia solo per il gusto di poter dire “avevo ragione io”.

Articoli Correlati
Fatti&Storie