Meteo
 


Fatti&Storie

Sicurezza, nella Capitale vetrine accese di notte

Roma

ROMA Più luci in città per la sicurezza a Roma grazie ad un incentivo per i commercianti che terranno le vetrine e le insegne accese di notte.

Questo obiettivo è stato raggiunto grazie al protocollo d’intesa sottoscritto ieri mattina dal prefetto Gerarda Pantaleone, dalla sindaca Virginia Raggi, dal presidente della Camera di commercio Lorenzo Tagliavanti e dall’amministratore delegato di Acea Stefano Antonio Donnarumma.

L’accordo è stato perfezionato sulla base delle indicazioni emerse dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica dello scorso 15 novembre. «Grande soddisfazione per un concreto risultato raggiunto per rafforzare la sicurezza nella Capitale - ha commentato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, che ha poi aggiunto: «Èun progetto pilota che parte in due municipi e costituisce un modello di sicurezza partecipata e che potrà essere esteso anche in altre aree della Capitale. Il mio apprezzamento va a tutti i firmatari del protocollo coordinati dal prefetto».

Le zone in cui partirà il progetto pilota dovrebbero essere individuate in periferia, e interesserebbero esercizi commerciali lungo alcune strade consolari. Il protocollo fa parte del piano del ministero per la sicurezza integrata, che ha avuto come in Torino la prima grande città italiana dove si è sperimentato questo modello.

Articoli Correlati
Fatti&Storie