Meteo
 


Spettacoli

Capossela in concerto con le sue ballate “universali”

Roma/Musica

ROMA «“Ballate per uomini e bestie” è un cantico per tutte le creature, per la molteplicità, per la frattura tra le specie e fra uomo e natura. Sono ballate nate in tempo di rinnovate pestilenze, per obliare la peste, che finiscono per farne materia del canto, che è un modo per fortificare anticorpi».

Con queste parole Vinicio Capossela, una delle voci più creative e personali della canzone d'autore italiana, introduce “Ballate per uomini e bestie”, l'album al centro del concerto che l'artista, nato in Germania nel 1965 da genitori originari dell'Irpinia, terrà domenica alle 21 al Parco della Musica. 

Alla continua ricerca di nuovi orizzonti espressivi, ma sempre rivolto alle radici più vere e profonde della musica popolare, Capossela nel nuovo album -  uscito a maggio - ha scelto di pubblicare un canzoniere che, evocando un Medioevo fantastico fatto di bestie estinte, creature magiche, cavalieri erranti, fate e santi, mette in mostra le similitudini e il senso di attualità che lo legano profondamente alle cronache contemporanee. 

Opera di grande forza espressiva “Ballate per uomini e bestie” guarda alle pestilenze del nostro presente travolto dalla corruzione del linguaggio, dal neoliberismo, dalla violenza e dal saccheggio della natura.

Info: 0680241281

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati
Spettacoli