Meteo
 


Libri

"Armaioli napoletani" Viaggio tra storia e cultura

Libri

“Armaioli Napoletani nei secoli XVI e XVII” di Francesco Colonnesi è il nuovo libro edito da Giammarino Editore (prefazione di Sergio di Jugolasvia, 16,50 €, pp. 144).

L’autore,  avvocato, giudice di pace, appassionato ricercatore e collezionista di armi, con all’attivo la pubblicazione di articoli sulla materia delle armi antiche e degli armaioli, ha ricostruito l’attività degli armaioli a Napoli tra il ‘500 ed il ‘600, attraverso un lungo e laborioso lavoro di ricerca presso gli archivi storici della città di Napoli.

Soddisfazione per la ricerca edita dalla casa editrice napoletana è sottolineata nella prefazione del principe Sergio di Jugoslavia che, dopo aver ricordato l’importanza dei dati ritrovati con questo lavoro, afferma: «la nuova opera di Francesco Colonnesi merita attenzione e sono lieto che a scrivere questo volume sia stato il Segretario della Consulta per la tutela del patrimonio e delle tradizioni napoletane dell’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus».

Scarsissime sono state - sinora - le notizie su questo campo dell’artigianato importantissimo per l’epoca, eppure a seguito di questo studio si sono ritrovati oltre quattrocento documenti inediti (integralmente riportati in appendice), nella quasi totalità, “Polizze di pagamento” da parte di Banchi pubblici e privati.

Da queste preziose testimonianze si ricavano più di duecentocinquanta nominativi di armaioli attivi sul territorio di Napoli durante il periodo preso in esame. 
Maestri armaioli, non a caso definiti con l’aggettivo di “magnifico” in alcuni casi, sconosciuti al grande pubblico, ai quali fanno da contraltare i nomi dei committenti, tutti di alto lignaggio e provenienti dalle famiglie della Nobiltà più in vista come quella del famosissimo Don Pedro da Toledo.

Articoli Correlati
Libri