Meteo
 


Fatti&Storie

Ilva, 4700 esuberi Sindacati: "Irricevibile, è sciopero"

Ilva

Acque sempre più agitate per l’ex Ilva. Dopo settimane di semi-trattative, Arcelor Mittal ha svelato le carte al Mise: nel nuovo piano industriale 2020-2024 sarebbero previsti 4.700 esuberi al 2023, di cui quasi 2900 allo stato attuale. Di fatto i 5 mila tagli prospettati al Governo, che con il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli ammette «grande delusione», perché «l’azienda ha fatto dei passi indietro». La reazione dei sindacati è veemente: il piano è respinto e giudicato «irricevibile», con uno sciopero negli stabilimenti Ex Ilva il prossimo 10 dicembre: «Si tratta della premessa per la chiusura», dicono. L’azienda ha fattole sue comunicazioni approfittando del tavolo con il Governo, i sindacati, i commissari Ilva, il neo consulente Caio  e l’ad di Arcelor Mittal Italia Morselli.

Articoli Correlati
Fatti&Storie