Meteo
 


Fatti&Storie

San Siro: Scaroni “boccia” i due stadi

Milano

Città «L’idea di avere due stadi vicini, vecchio e nuovo, uno accanto all’altro, è qualcosa che non ricordo di aver mai visto. Per carità, magari essere “first”, i primi, può essere anche bello, a volte, però, può essere un po’ stupido». Così ieri il presidente del Milan, Scaroni, ha di fatto bocciato l’idea del doppio stadio. Era reduce da un incontro con Inter e Comune sul tema San Siro, al quale Sala non ha partecipato. Per Scaroni non importa quanti anelli potrebbe avere San Siro, perché ciò che conta è l’ingombro fisico: «Si è molto parlato di ingombro, perché che ci siano tre, due o un anello è abbastanza irrilevante da un punto di vista dell’occupazione dello spazio». Per l’ad dell’Inter, Antonello, invece, il problema è il costo dell’area, che lunedì l’Agenzia delle Entrate ha valutato 100 milioni. Troppo: «La valutazione di San Siro? Sinceramente nelle ultime settimane abbiamo sentito valutazioni che cambiano. A inizio estate si parlava di 50 milioni, poi di 70 e adesso 100. Sono valutazioni che non sono state messe sul tavolo oggi e non abbiamo riscontro oggettivo su da dove arrivino». Da parte sua il Comune insiste con l’dea di un San Siro da 20 mila posti per il calcio femminile.

Articoli Correlati
Fatti&Storie