Meteo
 


Spettacoli

Marco D’Amore diventa L’Immortale

Cinema/L'Immortale

CINEMA L'educazione criminale di Ciro Di Marzio. Prima di Gomorra e oltre Gomorra. Perché il suo interprete, Marco D'Amore, ha voluto raccontarlo in “L'Immortale” che lui stesso dirige come «la storia di un ragazzo che va avanti come un romanzo che ci racconta come cambia la malavita degli Ottanta».

L'immortale in questo spin-off di Gomorra è proprio Ciro che sopravvive ogni volta. Come dice D'Amore: «è una storia cui pensavo da tempo su questo personaggio che mi ha cambiato la vita, mi ha spinto sotto i riflettori, io che sono un tipo molto riservato».

La cosa più difficile è stata «aver lavorato con gente più brava di me, ma io sono molto competitivo e la competizione mi esalta».

Allora dal 5 al cinema, come una sorta di ponte verso la quinta stagione che però non sarà pronta per il 2020. Ma «il film aumenterà l'attesa e va bene così». 

SILVIA DI PAOLA

Spettacoli