Meteo
 


Sport

Slavia Praga-Inter 1-3 I nerazzurri sognano gli ottavi

Champions League

CALCIO Un’Inter matura e a tratti devastante piega 3-1 in una notte da favola lo Slavia Praga: ora può legittimamente sperare di accedere agli ottavi di Champions League. Bisognerà battere il 10 dicembre il Barcellona, da ieri sera già qualificato agli ottavi e primo del girone dopo il 3-1 rifilato al Camp Nou al Borussia Dortmund. L’impresa è sicuramente all aportata. Trascinata dalla coppia Lautaro-Lukaku, l’Inter ieri sera all’Eden Arena, terreno dove persino Messi & soci hanno sudato sette camicie, ha compiuto una autentica impresa.
 
La coppia perfetta
È stata la serata di Lautaro e Lukaku. L’argentino sblocca la partita al 19’, poi il belga fa 2-0 al 35’ e la partita sembra già chiusa: invece l’arbitro Marciniak dopo un consulto al Var annulla e assegna il rigore ai cechi che pareggiano con Soucek. Doccia fredda che avrebbe fatto vacillare psicologicamente qualsiasi altra squadra ma non l’Inter di Conte che, nella ripresa, raddoppia con Lukaku (che si sblocca in Champions dopo 8 mesi)  all’81’ e poi regala al Toro Martinez  il tris. Spettacolare il gol del 2-1 di Lukaku: Lazaro serve Lautaro che però sceglie il velo, Frydryc scivola, il belga evita in uscita Kolar e a porta vuota  scaraventa il pallone in rete a velocità supersonica e segna il suo primo gol in Champions con l’Inter. I due attaccanti nerazzurri, finora ventidue gol in due, hanno veramente brillato per intesa e capacità di creare occasioni. Due le traverse centrate in pieno. Forse l’unico errore è di Borja Valero, che sull’1-1 perde un pallone da ultimo uomo e costringe Handanovic a fare il miracolo.  «Sapevamo cosa ci aspettava, siamo stati determinati e questo ha pagato» ha detto quasi senza più voce, a fine gara, Antonio Conte.     

Articoli Correlati
Sport
Benedetta Pilato, a destra, e Martina Carraro (www.federnuoto.it)