Meteo
 


Fatti&Storie

Da Civitavecchia no ai rifiuti di Roma

Roma

ROMA Come era prevedibile, l’amministrazione di Civitavecchia, e molti residenti della cittadina sul litorale a nord di Roma, hanno criticato duramente il provvedimento con il quale Virginia Raggi (in qualità di sindaca della Città Metropolitana) ha disposto il conferimento di mille tonnellate al giorno di rifiuti indifferenziati dalla Capitale.

Il primo cittadini di Civitavecchia, il leghista Ernesto Tedesco, ieri è sceso in piazza Fratti assieme al leader del Carroccio Matteo Salvini, che dal palco del comizio ha detto. «Se i cittadini mi chiameranno, sono pronto sedermi anche in mezzo alla strada a fermare dei camion che rappresentano una profonda ingiustizia sociale. Mi auguro che la risolviate in altra maniera. Anche perchè mi aspettavo di tornare a Civitavecchia per altro, non per l’invasione della monnezza. Io contesto il fatto che Roma esternalizzi il problema. Non è moralmente giusto che l’incapacità di Raggi e Zingaretti si trasformino in un problema per un’altra città».

La presenza di Salvini ha portato in piazza anche contestatori, che lo hanno accusato di fare passerelle per aumentare il suo consenso. Dal canto suo, il sindaco Tedesco ha assicurato che controllerà minuziosamente la validità del provvedimento firmato da Raggi.

Articoli Correlati
Fatti&Storie