Meteo
 


Spettacoli

La natura dei suoni in festival

De Natura Sonorum Antongirolami Selva

ROMA Con la prima esecuzione di “Innesti” di Alvin Curran si aprirà stasera nel Padiglione 9B del Mattatoio la seconda edizione di “De Natura Sonorum”, festival internazionale di musica elettro-acustica.
Fino a giovedì tra l’ex Mattatoio di Testaccio e il Teatro dei Documenti e poi il 9 dicembe sino all’alba del 10 dicembre alla Pelanda la rassegna, organizzata dall’Associazione Culturale Teatroinscatola, ospiterà concerti, conferenze-concerto, laboratori di sound design per film e videogames, composizioni sperimentali e le esibizioni di grandi compositori contemporanei.
Fra questi Curran, che questa sera presenterà il suo concerto per grande Conchiglia, Shofar, Tubi Corrugati, Pianoforte, Tastiera Midi e Computer.

Domani sarà la volta della giornata dedicata alla musica acusmatica (musica elettronica creata per essere ascoltata tramite altoparlanti), mercoledì il festival ospiterà tre appuntamenti, giovedì sul palco salirà il grande compositore Michael Harrison. L’atto finale del festival è lunedì 9 dicembre, dalle 23, alla Pelanda con il primo sleeping concerto romano.
Il live dura una notte intera e il pubblico adagiato su tappetini e sacchi a pelo portati da casa alterna stati di veglia e sonno mentre i musicisti suonano. Ingresso libero.

 

 

STEFANO MILIONI

 

Spettacoli