Meteo
 


Sport

Juve, assalto all'Atletico la vittoria vale il primato

Champions League

CALCIO Tranquilla e beata, la Juventus. Almeno sulla carta. Perché in campionato continua a essere davanti a tutti e perché in Champions ha già festeggiato il passaggio del turno. Vero che stasera, allo Stadium, dovrà non perdere contro l’Atletico Madrid per preservare il primo posto nel girone, vero anche che nella vita c’è di molto peggio. E anche le critiche arrivate dopo il (faticoso, per certi verso non così meritato) successo contro l’Atalanta lasciano il tempo che trovano: «Una volta passavo per talebano integralista perché pretendevo che le mie squadre giocassero solo come volevo io – il parere di Sarri -. Adesso che mi adatto, non va bene comunque: guardo avanti e va bene così, non posso mica diventare matto». 
Contano i risultati, una volta di più. Perché alla Juve è così che funziona: «Giocassimo bene e fossimo a metà classifica, nessuno sarebbe contento», ha ammesso ieri Higuain spiegando perfettamente la situazione. Comunque sia, contro la squadra di Simeone si attendono miglioramenti. E si aspetta Ronaldo, certo: CR7 è pronto al rientro (gli lascerà il posto Dybala), mentre non ci saranno Alex Sandro, Rabiot e il solito Douglas Costa. «Il rapporto con Ronaldo è buono - ancora Sarri -. Se un giocatore si arrabbia per una sostituzione, sono contento: vuol dire che ha ancora motivazioni forti». 

Domenico Latagliata

Articoli Correlati
Sport
Benedetta Pilato, a destra, e Martina Carraro (www.federnuoto.it)