Meteo
 


Fatti&Storie

Il gioco horror fa una vittima vera

Milano

Il terrore c’è stato per davvero, anche se in un modo imprevisto, per una donna di 30 precipitata dal secondo piano per il crollo della soletta in una escape room, una stanza in cui si svolgono giochi di ruolo, in via Brunetti.   La donna è ricoverata in gravi condizioni, ma non è in pericolo di vita. La donna martedì sera stava compiendo il percorso assieme ad altri 10 giocatori all'interno della “Casa Maledetta”, com’è chiamata, quando il pavimento ha ceduto ed è caduta per alcuni metri. Ha subito vari traumi agli arti e alla schiena. La Casa maledetta è una villetta dei primi del '900 alla periferia nord, gestita da un'associazione, in cui si tengono giochi di ruolo: i partecipanti devono risolvere enigmi e sfuggire a trabocchetti per poter uscire.  La palazzina è stata sequestrata ed aperta un’indagine per lesioni colpose.
Un mese fa era stata sequestrata un’altra casa dell’orrore allestita in una palazzina fatiscente, dove si svolgeva il gioco di ruolo “Dentro l’abisso” con 450 partecipanti e 25 figuranti. In quel caso era stata accertata l’assenza di qualunque misura di sicurezza all’interno dell’edificio,  un paio di piani all'interno di palazzine dismesse di proprietà della Fondazione Enpam (l'Ente previdenziale dei medici e degli odontoiatri) in via Medici del Vascello, in zona Rogoredo, non molto lontano dal noto boschetto.

Articoli Correlati
Fatti&Storie