Meteo
 


Fatti&Storie

L'altoforno non si spegne Arcelor Mittal frena

Ilva

ArcelorMittal ha sospeso la procedura di spegnimento degli altoforni in attesa della sentenza del giudice di Milano: lo rendono noto i sindacati. Infatti si fa sempre più severo lo sguardo della giustizia milanese. Sia di quella civile che aveva “invitato” la multinazionale a non spegnere gli altoforni in attesa che si definisca la causa, sia di quella penale che individua in alcuni reati fallimentari e nell’ipotesi di false comunicazioni al mercato le contestazioni al momento ancora a carico di ignoti. Questo filone delle indagini finanziarie sembrerebbe minaccioso. A quanto si è appreso, il giudice civile deciderà entro il 4 dicembre sul ricorso d’urgenza presentato dai commissari straordinari della ex Ilva secondo i quali Arcelor Mittal si sarebbe resa responsabile di «un inadempimento plateale e conclamato» del contratto d’affitto con «danni incalcolabili all’economia». Nel decreto di fissazione dell’udienza per discutere il caso, fissata al 27 novembre, il giudice invita le parti «a non porre in essere ulteriori iniziative e condotte in ipotesi pregiudizievoli per la piena operatività e funzionalità degli impianti». Il paradosso è che è la magistratura di Taranto a chiedere alcuni spegnimenti per motivi ambientali. 
Intanto a Taranto presidio dell’impianto da parte delle aziende fornitrici, mentre a Roma i sindacati hanno incontrato il Presidente Mattarella. 

Articoli Correlati
Fatti&Storie