Meteo
 


Fatti&Storie

Venezia, altra marea "Un miliardo di danni"

Venezia

La marea ha di nuovo raggiunto una punta di 154 cm alla Punta della Salute e poi ha cominciato a scendere. Piazza San Marco è ormai inagibile anche per quelle persone che sono dotate di stivali alti fino alle cosce, tanto che il sindaco Brugnaro ne ha disposto la chiusura, e i dipendenti del Comune hanno rimosso le passerelle che con l'acqua a questo livello comincerebbero a galleggiare creando problemi per la sicurezza. Forte il vento che soffia sulla laguna e che complica la situazione spingendo dentro la città l'acqua del mare.  "Ora al sindaco daremo poteri da commissario. La città non resterà sola", garantisce il premier Giuseppe Conte, annunciando per il 26 novembre la convocazione di un 'Comitatone' interministeriale "nel corso del quale verrà discussa anche la governance per i problemi strutturali della città, come quello delle grandi navi e del Mose". Conte spiega che "il sindaco sarà nominato commissario".  

Danni.  "Abbiamo distrutto Venezia, parliamo di 1 miliardo di danni e stiamo parlando dei danni dell’altro giorno non di quelli di oggi”. L’ha detto il sindaco di Venezia Luigi Brugnato nel corso di una visita assieme al leader della lega Matteo Salvini.

Articoli Correlati
Fatti&Storie