Meteo
 


Fatti&Storie

In migliaia in piazza per Liliana Segre

Milano

Migliaia di milanesi, molti con un giglio bianco in mano, sotto una pioggia scrosciante si sono ritrovati ieri sera al presidio in solidarietà a Liliana Segre, davanti al Memoriale della Shoah al binario 21 della stazione Centrale dove sono stati letti messaggi e testi di Primo Levi. Alla senatrice a vita, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata assegnata una scorta dopo le minacce e gli insulti ricevuti nelle ultime settimane. All'appuntamento “Milano non odia. Insieme per Liliana Segre”, organizzato dall'Anpi provinciale, Bella ciao, Milano! e Aned hanno aderito 100
 sigle, tra forze politiche e anime del mondo civile e dell’associazionismo.   Il giglio è stato scelto come simbolo di purezza, innocenza e candore,ma anche di fierezza e orgoglio, dal quale deriva proprio il nome di Liliana. Presenti anche i figli della senatrice Federica, Luciano e
 Alberto. L'adesione politica è stata bipartisan, dal Pd a Forza Italia.

Articoli Correlati
Fatti&Storie