Meteo
 


Fatti&Storie

Per Milano-Cortina al timone c'è Novari

REGIONE Milano-Cortina sceglie il suo Ceo. Nel ruolo chiave del comitato organizzatore delle Olimpiadi Invernali del 2026 ci sarà Vincenzo Novari. Una decisione presa all’unanimità in una riunione a palazzo Chigi a cui hanno preso parte il ministro per lo Sport, Spadafora, il presidente del Coni, Malagò, i presidenti di Lombardia e Veneto, Fontana e Zaia e i sindaci di Milano e Cortina, Sala e Ghedina. Il manager ha superato la concorrenza di Tom Mockridge e Alberto Baldan. Novari, genovese classe 1959, laureato in Economia Aziendale, è stato, fra le altre cose, amministratore delegato di 3Italia dal 2001 al 2016. In precedenza ha lavorato per i gruppi L’Oreal, Danone e per Omnitel Pronto Italia. Il futuro ad di Milano-Cortina è anche noto alle cronache rosa per essere lo storico fidanzato dell’ex Miss Italia Daniela Ferolla. 

«Crediamo che abbia tutte le qualità per fare un buon lavoro», le parole con cui il ministro per lo Sport. In tarda mattinata la delegazione aveva avuto un incontro con il ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli. «Dalla prossima settimana ci sarà già un tavolo tecnico per definire la priorità delle opere da realizzare», ha detto Zaia. Al governo, come ha sottolineato al riguardo il sindaco Sala, toccherà preparare «velocemente» il testo della legge olimpica. Scopo, sbloccare le opere il prima possibile.

METRO

Fatti&Storie