Meteo
 


Sport

Inchieste e squalifiche per il caso Balotelli

Razzismo

Dopo i cori e gli “ululati razzisti” indirizzati a Mario Balotelli durante il match Hellas Verona-Brescia, la Procura della Repubblica di Verona sta indagando su due differenti versanti. Un primo fascicolo è stato aperto per far luce appunto sull’accaduto. Un secondo fascicolo riguarderebbe invece le dichiarazioni rilasciate da Luca Castellini, capo ultras della curva in cui è stato detto che si è trattato solo di «folklore» e che in ogni caso Balotelli non potrà mai essere del tutto italiano. In entrambi i casi si indaga per violazione della legge Mancino sull’incitamento alla discriminazione razziale. Intanto l’Hellas Verona comunica di aver adottato nei confronti del capo ultrà Luca Castellini «una misura interdittiva che, proporzionata alla gravità dei fatti», prevede il bando dallo stadio per il capo ultrà «sino al 30 giugno 2030». Il giudice sportivo invece ha chiuso per un turno un settore dello stadio Bentegodi di Verona a seguito dei cori di discriminazione razziale seppur da un «esiguo numero degli autori». Intantoperò alcuni consiglieri comunali di Verona hanno manifestato di voler denunciare Balotelli e media rei di aver danneggiato l’immagine di Verona. «Io non ho accusato il Verona, non ho accusato la curva, io ho accusato pochi scemi che l’hanno fatto e li ho sentiti», ha replicato l’attaccante. 

Articoli Correlati
Sport