Meteo
 


Sport

Il caso Balotelli continua fuori dal campo

Razzismo

Mentre fioccano condanne per gli insulti razzisti a Balotelli durante Verona-Brescia che sono stati uditi anche dagli ispettori federali, continua lo scontro alimentato dalle parole di un capo tifoso del Verona, Luca Castellini: «Balotelli secondo me è italiano perché ha la cittadinanza italiana ma non potrà mai essere del tutto italiano». Che prosegue: «Siamo una tifoseria che è dissacrante, che prende in giro tutti gli avversari, ma non lo fa con istinti politici o razzisti. Questo è folklore, si ferma tutto lì». Ma non è della stessa idea Balotelli che risponde su social: «Non c’entra più il calcio... Piccoli esseri. Svegliatevi ignoranti siete la rovina. Basta lasciare stare». Molte le ferme parole di solidarietà contro l’intolleranza: tra gli altri Sacchi, Ancelotti, Conte. 
Per l’Uefa è grave minimizzare e la responsabilità è anche dei politici. I quali sono intervenuti: il ministro per lo Sport Spadafora ha chiesto che l’Hellas Verona e il Comune esprimano una condanna esplicita. Entrambi preferiscono distinguere, condannado il razzismo («Verona non è razzista», dice il sindaco) ma mettendo in discussione l’episodio specifico. Come fa anche Salvini: «Condanniamo il razzismo, ma Balotelli non è un problema, non abbiamo bisogno di fenomeni, un operaio dell’Ilva vale di più». Per il presidente della Camera Fico «Non sarà mai del tutto italiano chi è razzista». 

Articoli Correlati
Sport