Meteo
 


Fatti&Storie

Assistere e riabilitare molestatori e stalker

TORINO

TORINO Alleanza tra Questura e associazioni torinesi per combattere stalking e violenza domestica. È stato firmato il protocollo di intesa per offrire ai soggetti “ammoniti” un percorso di rieducazione, per aiutarli a gestire le proprie emozioni e limitare il rischio recidiva. L’accordo, stipulato ieri dal questore De Matteis con le onlus Centro psicoanalitico di trattamento dei malesseri contemporanei, Centro studi e trattamento dell'agire violento, Cerchio degli uomini e il gruppo Abele e che mira a essere esportato, consentirà all’autore di violenza e stalking, all’atto della notifica del provvedimento di ammonimento, di scegliere tra le quattro realtà per avere un supporto gratuito. Solo da gennaio sono stati 144 gli “ammoniti” per violenza, 120 nel 2018 e uno nel 2017; 42, invece, quelli per atti persecutori. Per quanto riguarda gli arresti, sono stati 24 da gennaio per stalking e 76 per maltrattamenti a opera degli agenti di polizia nel Torinese. «Un fenomeno particolarmente insidioso - sottolinea il questore De Matteis - Con questo protocollo si affronta un aspetto particolare del fenomeno e si cerca di prevenire la violenza con l'intervento di centri specializzati nello studio, nella prevenzione e nell'assistenza di soggetti patologicamente vicini alla figura del criminale». Ogni tre mesi saranno raccolti i dati e valutata l’efficienza.

CRISTINA PALAZZO

Articoli Correlati
Fatti&Storie