Meteo
 


Fatti&Storie

Imprenditore perseguitato per due anni dall'estorsore

Roma

ROMA «Lo sai che ci sono in giro un sacco di malintenzionati? Ti proteggo io, ma ti costerà qualcosa». È iniziato così, nel settembre del 2017, il calvario di un imprenditore di Ciampino, titolare di una palestra ben avviata nel comune alle porte di Roma. L’uomo stava per ricevere un grosso risarcimento da una compagnia assicurativa, pari ad alcune centinaia di euro, e la notizia era giunta alle orecchie di quello che sarebbe poi diventato il suo aguzzino, Franco B. di 53 anni, un pregiudicato dei Castelli noto col soprannome di “Franco il Marinese”. 

Sulle prime l’imprenditore ha risposto con un secco no all’offerta di “protezione” del 50 enne, che da allora ha iniziato a farsi vedere sotto casa e davanti alla palestra della vittima, per poi passare alle vie di fatto con aggressioni fisiche e verbali. L’imprenditore a quel punto, anche per proteggere la sua famiglia, ha consegnato al “marinese” 22.500 euro in due tranche, a ottobre 2017 e marzo 2018. Poi, per precauzione ha cambiato utenza telefonica, ha smesso di recarsi nella sua palestra e ha deciso di cambiare casa assieme ai suoi cari. Ma l’estorsore ha continuato a cercarlo nei mesi successivi, spalleggiato da due complici, fino a incontrarlo con nuove richieste di denaro, nonostante l’imprenditore tentasse nuovamente di rendersi irreperibile.

La denuncia
Il calvario è andato avanti fino a quando la vittima si è rivolta ai carabinieri. Le indagini condotte dai militari del Nucleo investigativo di Frascati hanno hanno trovato diversi riscontri alla denuncia dell’uomo, e ieri nei confronti del marinese e dei suoi complici sono scattate le manette per estorsione e tentata estorione in concorso.

PAOLO CHIRIATTI

 

Articoli Correlati
Fatti&Storie