Meteo
 


Spettacoli

“L’esorcista” debutta al Teatro Nuovo

Milano/Teatro

MILANO  Prima fu il romanzo, ispirato ad un caso di esorcismo realmente accaduto nel Maryland nel 1950, poi la sua famosissima trasposizione cinematografica del 1973, soggetta a critiche e a censura, e infine il debutto, nel 2012, sul palcoscenico del Gil Gates Theater di Los Angeles.

Da domani, in prima nazionale, fino al 10 novembre, “L’esorcista”, titolo cult dell’horror, sbarcherà, nella sua versione teatrale scritta da John Pielmeier, al  Teatro Nuovo di piazza San Babila, inaugurandone la stagione 2019-2020.

Con la regia di Alberto Ferrari e con un cast di otto importanti attori, composto, tra gli altri, da Gianni Garko, Claudia Campolongo, Viola Graziosi, Michele Radice e Simone De Rose, questo testo, che affonda le proprie radici nelle paure umane, porterà sulla scena teatrale la storia di Regan, una giovane ragazza soggetta alla possessione demoniaca, la cui madre, disperata, si rivolge a un prete per chiedere aiuto.

Prima però che padre Damien Karras possa affrontare ciò che ha di fronte, dovrà superare un problema enorme che riguarda la sua fede in Dio e le sue convinzioni. Perché quella dell’esorcista è una battaglia fino all’ultimo respiro con i demoni che vogliono la vita umana.

«Oltre agli effetti speciali, alla musica, alle luci, ai suoni, alle proiezioni, alla scenografia multipla e cinematografica - dichiara il regista Ferrari - quello che verrà messo in scena sarà la natura umana: messa a nudo, indifesa e piena di tremori» (Info: teatronuovo.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati
Spettacoli